Una vita dedicata a: pianoforte, filosofia, arte

Nato a Segrate (MI), il 30 marzo 1990, da una famiglia di medici.

Mia madre suonava Chopin sin da quando avevo 5 anni: è nato il mio amore per il pianoforte. Ho iniziato a prendere lezioni a 9 anni con Anna Mortara, fondatrice e Presidente delle “Ricordi Music School”.
Poi, sono stato formato da pianisti, a loro volta, allievi di Maestri del calibro di Cristiano Burato, Roberto Cappello, Jacques Rouvier, Bruno Rigutto, Nino Lombardo, Riccardo Risaliti e Vincenzo Balzani. Fino ad ora, non ho mai frequentato il Conservatorio. Da ascoltatore, amo perdutamente Chopin (romantico), Rachmaninov e Scriabin (postromantici).

Da esecutore, in tempi recenti, sto approfondendo vari Notturni di Chopin e qualche Sonata di Mozart e Beethoven, secondo uno studio introspettivo. Lo stesso posso dire, per Ludovico Einaudi il quale, pur non essendo considerato “classico”, è senza dubbio un compositore che, nella sua apparente semplicità, comunica sensazioni estremamente profonde. In Einaudi, riesco ad esprimere al meglio la mia “musicalità” e a trovare le sonorità che più mi sono congeniali.

Ho due lauree in Filosofia (2014-2012) conseguite all'Università “Vita-Salute San Raffaele”, insieme ad un Erasmus (2013/14) presso “Paris 1/Panthéon-Sorbonne”. Quest'ultima esperienza si è rivelata la consacrazione del mio studio della lingua francese, iniziata al liceo (scientifico bilingue) nel 2004, e culminata a Parigi quando, nel 2010, ho preparato (per poi conseguirlo) il Dalf C2, diploma attestante la padronanza bilingue e totale, del Francese. Posso dire seriamente che diverse persone madrelingua mi hanno sovente “scambiato” per un parigino dei quartieri più “in”, della capitale.

Dopo aver prodotto due tesi di lauree degne di stampa (diventate libri, tra il 2017 e il 2018), ho iniziato a scrivere liberamente degli aforismi (2019), una raccolta di altri aforismi e poesie (2020) ed un romanzo (attualmente inedito), sulla mia esperienza autobiografica parigina.

Attualmente, sono collaboratore giornalistico e critico per due testate online dell'hinterland milanese, e rimango aperto a opportunità lavorative in questo settore, nel management culturale, nell'editoria e/o in docenze universitarie a contratto.